• una splendida immagine del cortile dell'Abbazia di Morimondo in autunno con il suo foliage
  • Un giro in bici a Morimondo, uno dei borghi più belli d'Italia, con vista sul Parco del Ticino
  • Un bellissimo cielo azzurro per una gita fuori porta da Milano fino al borgo di Fallavecchia
  • Il verde brillante delle risaie nelle campagne del Parco del Ticino per una gita fuori porta
  • La piccola ma ben curata chiesa di San Bernardo accoglie i visitatori del borgo di Morimondo
  • Ricca di bellezza e storia, la chiesa di San Giorgio sorge al centro del borgo rurale a Fallavecchia
  • Inserito nella lista dei borghi più belli d'Italia, tutto in stile medievale, bel posto per una gita
  • Mappa del percorso in bici organizzato da le anatre OUTDOOR intorno a Morimondo
  • Il prato di fianco all'Abbazia di Morimondo è sempre molto frequentato da ciclisti
  • Due imponenti alberi svettano lungo in fianchi di un sentiero sterrato nel Parco del Ticino
  • Tipi di terreno del percorso intorno a Morimondo organizzato da le anatre OUTDOOR

In bici intorno al borgo di Morimondo


Il territorio

Il territorio di Morimondo è posto sulla riva sinistra del Ticino, il terreno scende dolcemente verso il fiume interrotto ogni tanto da piccole collinette e campi coltivati. Più ci si avvicina alle sponde del fiume e più la vegetazione si fa più fitta e boschiva con salici, robinie e pioppi, questi ultimi, quando si vedono disposti in file parallele vuol dire che sono coltivati per la produzione di carta. Il comune di Morimondo è inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, è vasto e poco popolato, la sua storia gira tutto intorno all’omonima abbazia e ai monaci cistercensi che la costruirono. I primi monaci vi arrivarono qui dall'abbazia di Morimond, da qui si pensa che abbia preso il nome il borgo, e con tempo riuscirono a bonificare l'area realizzando canali di irrigazione per le coltivazioni.

Nel 1182 iniziò l'edificazione, tutta in argilla, della chiesa attualmente esistente, con mattoni che i monaci producevano per conto loro visto che in zona non c’erano né fornaci ne cave di pietra. L’abbazia è costruita su una piccola collinetta in una posizione dominante sul patrimonio Unesco della Valle del Ticino. Il borgo medioevale, con i suoi ristoranti e bar dove assaggiare i piatti tipici della zona, è un ottimo posto per passare una bella giornata tra natura e cultura, facilmente raggiungibile per chi abita vicino a Milano, Pavia e Varese. Da Morimondo partono poi una serie di sentieri e strade di campagna, ideali per trekking o passeggiate in bicicletta, che portano nel Parco del Ticino.

Il percorso

Questo percorso ad anello costeggia inizialmente un tratto del Naviglio di Bereguardo per poi passare nel centro di Morimondo, da lì, dopo una piccola discesa dalla collinetta dove sorge il borgo si entra nel pieno della natura, improvvisamente le case e la confusione delle persone che nei week-end affollano le stradine del paese spariscono, solo qualche escursionista e qualche ciclista passa per questi sentieri. Se guardiamo questo lembo di terra dall’alto ci accorgiamo che solo qualche cascina punteggia la mappa che altrimenti sarebbe solo una macchia verde. Continuando la pedalata si incontra lungo il percorso il piccolo borgo rurale di Fallavecchia racchiuso da mura in mattoni rossi, la sua storia risale addirittura ai Longobardi.

Cosa vedremo

Oltre alla già citata Abbazia di Morimondo l’itinerario presenta molti altri punti di interesse dove vale la pena fermarsi qualche minuto, basti pensare alla Chiesa di San Bernardo che forma con le case vicine, l'arco d'ingresso al borgo di Morimondo, un insieme pittoresco e suggestivo che accompagnerà tutto il resto della visita. Ormai sconsacrata e oscurata dalla più famosa Abbazia rimane sempre comunque ben curata per chi volesse soffermarsi a guardarla.

Altro luogo molto interessante è la Chiesa di San Giorgio a Fallavecchia, edificata subito dopo l'abbazia di Morimondo, intorno al 1200, ha subito nei secoli molti rimaneggiamenti utilizzando più stili, a seconda dell’epoca, che ne hanno stravolto l'originario aspetto, il campanile a cipolla è infatti stato aggiunto solo nel '700, oppure la Conca di Basiano, che delle 11 conche costruite lungo il percorso del Naviglio di Bereguardo è quella che di più si conserva in buono stato, soprattutto la pavimentazione e alcune parti in muratura, dettaglio non trascurabile se si pensa che sono state costruite quasi 4 secoli fa. In particolare la Conca di Basiano è l’unica che conserva ancora entrambe le porte per regolare il flusso d’acqua.

Insieme alle nostre guide tutto questo e molto altro sarà facilmente raggiungibile, tutte le stagioni sono buone per fare questo piccolo tour in bicicletta, il terreno è tutto pianeggiante e si alterna tra strade di campagna e piste ciclabili asfaltate e facili strade di terra battuta.

Informazioni percorso

    • Partenza: Abbiategrasso
    • KM: 23
    • Dislivello: Pianura
    • Adatto a: MTB, Gravel
    • Con accompagnatore

Attrezzatura necessaria

  • Casco e occhiali obbligatori
  • Riparazione forature
  • Abiti adatti al meteo
  • Cibo e acqua 

Luoghi d'interesse

    • Chiesa di Sant'Antonio Abate
    • Conca Morimondo
    • Chiesa di San Bernardo
    • Abbazia di Morimondo
    • Ponte di Sassi e Cascina Conca
    • Conca di Basiano
    • Chiesa di San Giorgio a Fallavecchia
Contatta la guida